Now reading
Come scegliere le piattaforme di trading online? Novità 2017 in arrivo!

Come scegliere le piattaforme di trading online? Novità 2017 in arrivo!

guida al forex

Piattaforme di trading Online migliori a confronto

Come si fa a confrontare due o più piattaforme? Ogni piattaforma utilizza strumenti simili ma, allo stesso tempo, molto diversi tra loro. E’ comunque possibile mettere le piattaforme di trading online a confronto basandosi su alcuni aspetti quali:

  • le regolamentazioni: è necessario verificare se e di quali licenze dispone;
  • condizioni: è importante che non ci siano commissioni e che gli spread siano convenienti;
  • strumenti: verificate gli strumenti su cui è possibile fare trading;
  • conto demo: deve esserci la possibilità di iscriversi gratuitamente e fare il primo deposito solo dopo aver provato la piattaforma.

Il conto demo è fondamentale

Per imparare a investire online è necessario utilizzare il trading online demo, ossia sperimentare e acquisire le nozioni necessarie tramite i conti demo. Attenzione che ogni piattaforma seria e valida dovrebbe mettere a disposizione dell’utente degli account gratuiti per esercitarsi.

Una volta registrati e dopo aver richiesto il conto demo, l’utente ha a disposizione un conto che funziona come quello reale ma invece di esserci soldi reali, questi sono virtuali. In questo modo ha la possibilità di provare varie strategie senza spendere denaro. Inoltre, se vuole passare a un’altra piattaforma o provare una nuova funzione è libero di farlo. Chiaramente sia le perdite sia i guadagni sono fittizi e virtuali!

Piattaforme trading online: novità 2017 

Il settore del trading online è in continua evoluzione. Piattaforme nascono e chiudono di frequente. Proprio per questo è opportuno valutare al meglio le condizioni offerte e l’affidabilità del broker. E’ importante valutare anche le regolamentazioni in quanto le licenze possono essere non solo attribuite, ma anche tolte. In Italia la Consob è l’ente che dà la certificazione, in Europa è la cipriota Cysec mentre la FCA opera nel Regno Unito.

Il 2017 è iniziato con maggiori controlli più rigorosi per il rilascio delle autorizzazioni per i servizi di trading online e con standard di sicurezza più alti, garantendo maggiori garanzie rispetto a politiche trasparenti.

Tra le ultime novità del 2017 si è deciso di:

  • abolire il sistema dei bonus periodici: i broker con regolare licenza, sono tenuti a eliminare tali promozioni e a puntare soprattutto all’inserimento di informazioni chiare sulle modalità di utilizzo della piattaforma;
  • definire i livelli massimi di leva finanziaria che ogni broker può applicare per investire in Borsa. Spazio per schede informative rispetto alle condizioni economiche applicate per investire in Borsa e in linea con gli standard di mercato.

 

RelatedPost